Grasshopper 3D e Rhinoceros

  • 0

Grasshopper 3D e Rhinoceros

A cosa serve Grasshopper ?

Grasshopper 3D è uno strumento di programmazione che si avvale di un’interfaccia grafica per un utilizzo più semplice.

Poichè rispondere  in maniera completa alla domanda è difficile, o quantomeno lungo, in collaborazione con 3dAgain abbiamo creato un video di presentazione per darti un’idea di come sia possibile espandere le possibilità di lavoro all’ennesima potenza.

 

 

 

Interessante?

Se sei pronto per andare avanti su questa tematica, se vuoi rendere il tuo profilo profilo lavorativo più interessante per trovare lavoro e padroneggiare prima degli altri questa tecnologia, abbiamo un corso pensato per te.

Si tratta di un corso online che potrai seguire comodamente da casa. Il docente risponderà alle tua domande in diretta, revisionerà gli esercizi che manderai e sarà a tua disposizione per aiutarti a sfruttare questo strumento al massimo. Il tutto ad un prezzo estremamente competitivo: occhio però, più passa il tempo, più il prezzo aumenta.

Non finisce qui: la prima lezione (della durata di tre ore), è già disponibile gratuitamente per tutti coloro che ne faranno richiesta. 

Chi usa Grasshopper 3D?

  • Grasshopper 3D è utilizzato nei principali studi di Architettura, da Zaha Hadid, ad Herzog e De Meuron, Fosters and partners solo per citarne alcuni.
Uso di Grasshopper 3d in Architettura: Caixa Forum - Madrid - Herzog de Meuron (http://goo.gl/sUH32G)

Caixa Forum – Madrid – Herzog de Meuron (http://goo.gl/sUH32G)

  • Grasshopper 3D  è usato per la digital fabbrication per un passaggio rapido di dati dalla progettazione al processo manifatturiero
Uso di Grasshopper 3d per il Digital Fabbrication dal sito di Archdaily (http://goo.gl/kpxiKw)

Digital Fabbrication dal sito di Archdaily (http://goo.gl/kpxiKw)

  • Grasshopper 3D  è usato in gioielleria per creare forme che possono essere facilmente stampate in 3D o prototipate attraverso macchine CNC
Uso di Grasshopper 3d in gioielleria Dal sito Nervous system generative Design (http://goo.gl/MIbLGM)

Dal sito Nervous system generative Design (http://goo.gl/MIbLGM)

Ma non è solo questo: esistono tanti plugin in grado di connettere Grasshopper ad altri mondi. Per averne un’idea relativa potete collegarvi al sito ufficiale per avere un’idea più completa.

Ne vuoi sapere ancora di più?

Il Mandarino BLU offre per un periodo un servizio di consulenza gratuita e individuale. Vuoi sapere se Grasshopper fa al caso tuo? Scrivici e ti inviteremo a partecipare ad una sessione per capire se Grasshopper è lo strumento più adatto alla tua situazione. Ricorda che il Mandarino BLU offre un servizio specializzato e che siamo un Authorized Rhinoceros Trainer


  • -
Corsi certificati rhinoceros a Firenze

Perchè Mandarino BLU?

Category : Formazione

Perchè Mandarino BLU sa come funziona il mondo del lavoro e perchè sa insegnarti le ultime tecnologie e inserirle nel tuo processo produttivo.

Fare un corso di formazione significa investire sul proprio futuro. Si tratta di una decisione importante che influisce sulla propria carriera universitaria e lavorativa. Perchè dunque scegliere il Mandarino BLU?

I nostri corsi McNeel sono certificati da un ART

ART (Authorized Rhinoceros Trainer) è un docente il cui ruolo è stato certificato dalla casa madre McNeel. Questo significa che possiamo rilasciare certificazioni per i nostri studenti, ma soprattutto che la qualità dell’insegnamento è riconosciuta dalla casa madre. Inoltre una parte dei profitti derivanti dai corsi è destinata alla continua crescita del nostro personale: questo significa rimanere al passo con i tempi e fornirvi la migliore qualità nel momento giusto. I corsi non McNeel sono tenuti da docenti con alle spalle anni di insegnamento e di lavoro sul programma stesso. Inoltre,  Il Mandarino BLU, si occupa di fornire servizi ai professionisti della progettazione e può quindi permettere un inserimento nel mondo del lavoro. Per verificare la competenze dei nostri docenti, vi invitiamo al nostro prossimo seminario gratuito

Modellazione 3D e artigiani

La particolare attitudine del nostro software al lavoro artigiano ci ha portato a collaborare con Sophia Scarl, agenzia formativa di CNA e da Aprile 2014 siamo responsabili del loro Authorized Rhinoceros Training Center, il primo a Firenze pensato anche per le imprese artigiane.

Da diverso tempo abbiamo inoltre stretto una collaborazione con la Bottega di Galileo, per portare i nostri corsi anche a Pisa.

Formazione progettata per i progettisti

Saper comunicare il proprio progetto non è solo necessario affinchè il committente e i non addetti ai lavori possano comprenderlo: è ancora più importante affinchè il progettista stesso possa comprendere appieno la portata del proprio prodotto. La modellazione di un oggetto in tre dimensioni fa parte della fase progettuale, ed è un passo fondamentale per capire se l’oggetto che abbiamo in testa, ‘funziona’.

Metodo di lavoro

I nostri corsi non hanno lo scopo di insegnare i soli comandi di rhino: un ‘help in linea’ o un manuale potrebbero già essere idenei. I nostri corsi hanno lo scopo  di insegnare e di far comprendere un metodo di lavoro. Comprendere ‘quando fare cosa’  è elemento fondamentale per il processo progettuale. I nostri studenti apprendono il modus operandi degli applicativi e imparano il loro metodo di ‘ragionamento’. Questo grazie alla spiegazione teorica e all’immediata messa in pratica.

Sappiamo cosa è necessario

Non illudiamo i nostri studenti dicendo che dalla prima lezione saranno in grado di padroneggiare le teniche: garantiamo però ai nostri studenti le basi migliori e la possibilità, già dopo la prima lezione di lavorare su elementi pratici.

Formazione per studenti e professionisti

E’ nostro preciso interesse che gli argomenti non vengano solo spiegati, ma compresi. Per questo motivo seguiamo gli allievi durante tutto il percorso formativo e non solo. I corsi saranno modulati tenendo conto del background dell’allievo e delle sue esigenze formative.

Perchè lo dicono i nostri studenti

Nell’ultimo anno abbiamo formato più di 250 allievi, solo per quanto riguarda corsi di modellazione con Rhinoceros, erogando centinaia di ore di formazione. Per tenervi aggiornati sulle loro opinioni,

Visualizza il profilo di Antonino Marsala su LinkedIn
Ogni studente è diverso dagli altri, quali sono le tue esigenze? Fissa un appuntamento  per avere maggiori informazioni, e per capire se i nostri corsi sono adatti a te!

 


  • 0

Perchè fare un corso di Rhino con Mandarino Blu

Il processo creativo si compone di  vari step che possono essere diversificati in base alle varie esigenze. Solitamente ad una prima fase di studio su carta, succede una ricerca attraverso un modello fisico, piuttosto che con degli schemi in pianta e sezione per comprendere meglio il funzionamento del nostro prodotto. In aggiunta a questi strumenti classici possiamo utilizzare uno studio del modello tridimensionale. Grazie ad applicativi quali Rhinoceros, possiamo seguire passo dopo passo il nostro progetto: possiamo verificarne il dimensionamento, l’effettivo ingombro spaziale e intervenire direttamente per rientrare nei parametri da noi stabiliti.

Questa tipologia di modellazione, fatta per approssimazioni successive, consente un maggior controllo dell’oggetto a partire dalla fase progettuale.

Sapere gestire un modello in tre dimensioni non serve solo per creare un modello fisico attraverso macchine a controllo numerico , per rappresentarlo attraverso i rendering ma anche per aiutarci a capire meglio il soggetto del nostro studio ed intervenire in maniera puntuale direttamente nello spazio. Disegnare un oggetto in tre dimensioni equivale a capire, prendere possesso della geometria, cioè a trasformare la nostra idea progettuale in un modello reale. Possiamo dunque  sub appaltare la fase di prototipazione e quella di rendering, per concentrarci sulla progettazione, ma non possiamo delegare la fase di modellazione, momento essenziale della progettazione. A questo scopo il Mandarino BLU, vuole offrire un servizio formativo che permette agli allievi di gestire i propri progetti in maniera indipendente. I nostri corsi non hanno come scopo primario la conoscenza scolastica dei singoli comandi, ma l’applicazione ma la loro applicazione allo spazio tridimensionale.

Trattiamo dunque le problematiche della modellazione con un approccio verticale,  con esercitazioni mirate ai campi di interesse dei singoli studenti. Il risultato di questo processo sarà dunque una competenza che permette di mantenere una propria indipendenza da strutture esterne, con un sistema che porta ad imparare in maniera autonoma.

Crediamo che il concetto di qualità possa essere il nostro miglior strumento di marketing e per questo motivo i nostri servizi sono finalizzati a soddisfare le esigenze dei clienti: studenti universitari e professionisti hanno già provato i nostri corsi ottenendo risultati soddisfacenti.

I nostri corsi di Rhino sono certificati ufficialmente McNeel e prevedono diversi livelli di apprendimento in base alle esigenze dei singoli studenti.

I corsi di Rhinoceros sono tenuti da Antonino Marsala, docente certificato McNeel con alle spalle oltre 5 anni di esperienza nel campo della modellazione NURBS.

Authorized Rhinoceros Trainer

Destinatari

Studenti e professionisti nel campo della progettazione: architetti, gioiellieri, designer ma non solo. Chiunque voglia tramutare in oggetti reali le proprie creazioni mentali.

Moka in wireframeSedia Diamond

Il corso in partenza il 26 Settembre 2011

Il 26 settembre riparte la stagione formativa del Mandarino BLU. Si tratta di una grande opportunità per il Mandarino e per gli studenti che parteciperanno ai corsi. Il nostro processo di crescita ci ha portato a stringere accordi con Multiverso società che opera con grandi risultati nel campo del co-working. Grazie ad una convenzione, il corso si terrà presso i locali di via Campo d’arrigo 40r a Firenze, in un ambiente ricco di opportunità creative. Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci. Potrete trovare maggiori informazioni e porre quesiti sul corso anche su facebook

Richiedi maggiori informazioni

Ogni allievo ha le proprie esigenze, i propri tempi e il proprio budget. Per questo motivo offriamo un servizio di consulenza che permette a chiunque di poter usufruire dei nostri corsi. Corsi singoli, di gruppo, personalizzati per una categoria lavorativa, Windows o MAC user, per aziende e singoli, a Firenze e in tutta Italia. Contattaci per avere una consulenza gratuita: è nostro interesse aiutarti a crescere.

 

500 WireframeCerchione macchina


  • 0

Novità Rhino 5

Durante i recenti workshop di presentazione di RHINO 5 WIP e Grasshopper ci è stato chiesto di riprendere alcuni concetti fondamentali e pubblicarli sul nostro blog

E’ nata dunque l’idea di scrivere una serie di articoli che serviranno per scoprire quali sono le novità relative a Rhinoceros 5.

Iniziamo con delle piccole modifiche che riguardano la cosiddetta barra di stato, ovvero la barra inferiore che fornisce informazioni riguardo alcune opzioni.

barra di stato

Intanto per attivare o disattivare la barra di stato, possiamo andare su Opzioni, espandere la voce aspetto e mettere / togliere il segno di spunta da barra di stato (Rhino Options>Appearence> Status Bar). Questo percorso rimane invariato tra la versione 4 e 5.

Le prime tre voci indicano quali sono le coordinate del nostro puntatore rispetto al piano C su cui stiamo lavorando o rispetto al sistema globale (world). Di seguito abbiamo la prima novità, ovvero la possibilità di visualizzare ed eventualmente modificare (click con il tasto destro per aprire la finestra relativa) l’unità di misura. Con questa piccola annotazione non abbiamo più scuse per ricordare qual’è l’unità di misura!

Questa stessa area ci indicherà i valori lineari e angolari di spostamento quando useremo il GUMBALL.

Andando avanti, ci accorgiamo che  riquadro contenente il valore del layer è rimasto invariato.

Di seguito abbiamo la barra degli “aiuti alla modellazione” che presenta subito sia una variazione sul nome del primo componente (da un generico SNAP siamo passati ad un più chiaro Grid SNAP), sia delle variazioni sul menu contestuale, attivabile con il tasto destro, che presenta delle impostazioni rapide : possiamo cambiare velocemente i valori della griglia, degli assi e dell’icona con gli assi di riferimento (comunque già modificabili nella versione precedente dal menu generale delle opzioni).

Scorrendo velocemente le altre impostazioni ereditate dalla vers. 4, vediamo la prima voce completamente nuova.

Gumball

Si tratta di un widget che si applica ai soggetti selezionati e permette, in maniera rapida, di applicare delle trasformazioni di base.

 

Gumball

In figura vediamo il Gumball applicato ad un parallelepipedo: oltre a mostrare un sistema di riferimento con le frecce che presentano un colore per ogni direzione, ogni freccia presenta una parte tratteggiata che termina con un grip. Cliccando sul grip e trascindando, abbiamo la possibilità di applicare un “scala 1D” nella direzione scelta.

Sono inoltre presenti degli archi, anch’essi colorati, che rappresentano invece degli strumenti a cui agganciarci per ruotare il nostro oggetto attorno al pivot, rappresentato dal gumball stesso. Questo strumento ha dunque lo scopo di poter modellare i nostri oggetti direttamente dalla vista prospettica, operazione altrimenti fortemente sconsigliata.

opzioni gumball

Mantenendo fede alla sua natura di CAD, tutte le trasformazioni hanno inoltre la possibilità di essere controllate in maniera precisa: cliccando sulla pallina bianca presente sul Gumball, accediamo alle sue impostazioni, tra le quali spicca Snappy Dragging che ci permette di applicare trasformazioni (p.e. spostamenti) che avvengono per multipli dello Snap Spacing, cioè il parametro legato al Grid Snap. Inoltre, cliccando sui grip o sugli archi, sarà possibile inserire dinamicamente il valore della trasformazione. Le altre opzioni ci permettono di

1. Spostare il Gumball dove vogliamo per usarlo come Pivot (stessa funzione del “punto di riferimento” nei comandi sposta, copia, scala etc)

2. Ripristinare la posizione iniziale del Gumball

3. Allineare il Gumball all’oggetto

4. Il già citato Snappy Dragging

5. La possibillità di tornare ad uno spostamento morbido e quindi libero

6. Modificare le impostazioni del Gumball, tra cui colori, dimensioni di visualizzazione etc

Per riassumere: il Gumball è uno strumento che permette di applicare in maniera rapida delle trasformazioni senza passare necessariamente delle viste ortogonali. Si tratta di un passo importante che porta nella direzione già presa da programmi di modellazione poligonale. Può essere applicato indifferentemente ad oggetti monodimensionali che bidimensionali che solidi, anche se l’utilizzo è prevalentemente consigliato proprio per questi ultimi.

FILTER

Altra modifica applicata alla barra di stato, è quella dei Filtri selettivi (Filter). Si tratta di uno strumento molto utile che consente di raffinare le selezioni in maniera ancor più precisa.

barra dei filtri

Difatti, davanti ad una scena popolata con oggetti di natura diversa, è possibile trovarsi in difficoltà nel selezionare solo la tipologia di geometria che ci serve.

Nei casi di ambiguità,  Rhino ci ha sempre fornito strumenti per scelte precise.

Filter

Nell’esempio presente in figura, vediamo che una curva lineare è stata posizionata in modo da essere sovrapposta al bordo di un parallelepipedo. Cliccando sul bordo ci appare il tooltip che ci chiede cosa vogliamo selezionare, se l’oggetto di estrusione o la curva. Attivando lo strumento Filter, possiamo spuntare quali sono gli oggetti ‘selezionabili’: in questo modo possiamo per esempio deselezionare le curve dalla finestra Filter e quando ritenteremo l’operazione, verrà selezionato solo il Solido senza possibilità di errore.

 

Show Info Pane

Ultima novità relativa alla barra di stato, è la possibilità di avere una finestra informativa che ci tiene aggiornato sullo stato di alcune opzioni. Per attivarla basta cliccare con il tasto destro su un punto vuoto della barra di stato e scegliere “Show info pane” e cliccare nuovamente con il tasto destro.

 

Info Pane

 

Se avete domande sugli argomenti trattati o da trattare, sui nostri workshop e sui nostri corsi, contattateci subito

Informiamo tutti gli utenti che da settembre 2011 partiranno i corsi di Rhinoceros 5 e Rhinoceros per Mac e che saranno disponibili in tutta italia.

Potete verificare le date dei corsi al seguente link e richiedere informazioni

 

 

 

Alla prossima puntata


  • 0

Authorized Rhinoceros Trainer

Il Mandarino Blu propone un servizio formativo altamento specializzato e personalizzato. Grazie all’abilitazione all’insegnamento come ART (Authorized Rhinoceros Trainer) conseguita da Antoni(n)o Marsala siamo ora in grado di fornire certificazioni per i corsi di Rhinoceros

Il pacchetto formativo da noi proposto, prevede l’insegnamento degli applicativi McNeel, nello specifico Rhinoceros e Grasshopper.

Rhinoceros è un applicativo capace di creare, analizzare, documentare, renderizzare , animare e traddure curve, superfici e solidi NURBS. Grazie alla sua versatilità è possibile utilizzarlo in diversi settori, dall’architettonico al design di oggetti, dall’oreficeria alla nautica all’ortodonzia. Una volta terminata la modellazione tramite superfici, gli oggetti potranno essere trattati sia a livello visivo per creare immagini fotorealistiche, sia a livello pratico tramutando un disegno virtuale in modello reale attraverso l’uso di macchine a controllo numerico. Il prezzo contenuto e la rapida curva di apprendimento ne fanno un applicativo ideale per ogni situazione di progettazione di precisione.

Esempi di lavori fatti con Rhinoceros presi dal sito ufficiale della McNeel

Immagini tratte dal sito web : http://gallery.rhino3d.com

Grasshopper è un editor visuale per lo scripting applicato a Rhinoceros. Si tratta di un plugin (ancora in fase beta e gratuito) che consente un approccio più semplice ad un campo complesso e apparentemente non attinente con la modellazione classica. Grazie alla sua interfaccia e ai suoi componenti, è possibile modellare e creare superfici con una metodologia che parte dall’algoritmo anzichè dalla geometria e che porta ad un controllo totale del modello generato, in ogni suo momento della costruzione.

I corsi possono essere concordati con i clienti e possono essere svolti direttamente presso le aziende in tutta Italia. Per maggiori informazioni contattate il Mandarino BLU e visitate la nostra pagina dedicata

Antonino Marsala è ART


  • 0

Corso N@utilusgeometry

N@utilusgeometry

IL corso N@utilusgeometry nasce dall’esigenza sempre più attuale di conciliare nell’uso della produzione di modelli in 3D, sia i tradizionali concetti di geometria proiettiva sia la geometria matematica NURBS entrambi alla base della computer grafica.
I software più popolari per la modellazione tridimensionale (3ds Max, Cinema 4D) non operano in maniera matematica, ma attraverso l’ausilio delle mesh, cioè superfici piane che lavorano per approssimazione progressiva. A causa di questa peculiarità questa tipologia di modellazione viene chiamata poligonale, ciò ben si presta allo scopo comunicativo (rendering) ma non a quello produttivo, in quanto carente nel controllo puntuale. Come si può facilmente intuire è possibile passare da un modello preciso (matematico) ad un modello approssimato (poligonale) stabilendo i fattori di approssimazione. Diventa altresì complesso invece eseguire il passaggio inverso.
L’utilizzazione corretta di un applicativo per la modellazione nello spazio non è così scontata, anche per i più volenterosi autodidatta, se si ignorano i principi di geometria proiettiva alla luce dei quali è possibile operare nei metodi di rappresentazione della Geometria Descrittiva.
Progettare tridimensionalmente non significa necessariamente dover disporre subito di un applicativo 3D, in quanto pensato l’oggetto è possibile crearne il suo modello tridimensionale anche disegnandolo in maniera rigorosa nella sua rappresentazione piana sul foglio da disegno, dalla quale si deve poter risalire alla forma reale nelle sue vere grandezze.
Il punto di partenza per una buona progettazione è il ragionamento pratico che si deve fare per la comprensione del problema costruttivo che si intende affrontare e che troverà applicazione diretta nell’uso degli strumenti di un’ adeguata rappresentazione.
La scelta del sistema di rappresentazione tradizionale o software è di fondamentale importanza, poiché permette di elaborare i concetti guida e i particolari necessari alla formulazione delle ipotesi della geometria del modello da realizzare.
N@utilusgeometry propone di poter produrre in sinergia modelli in 3D usando la geometria Descrittiva e quella NURBS che viene utilizzata da Rhinoceros.
Rhinoceros, è un applicativo per la modellazione di superfici NURBS acronimo che sta ad indicare una particolare classe geometrica (Non Uniform Rational B-Splines, traducibile in “B-Splines razionali non uniformi) che serve a rappresentare superfici e curve in maniera matematica, permettendoci di disegnare le forme volute in maniera assolutamente precisa.
Questa caratteristica è fondamentale nel campo della prototipazione, dove è necessario gestire il modello creato nella maniera più precisa possibile.
Coloro che hanno un approccio da autodidatta, possono avere una panoramica delle funzioni del
programma ma chiaramente non possono sapere cosa manca loro per costruire un prototipo in
maniera corretta.
Capire come modellare nel giusto modo la propria geometria, sia essa appartenente all’architettura al design, alla meccanica, ecc, significa poterla gestire in modo semplice ma non solo: se le forme non rispecchiano determinati criteri discontinuità o di chiusura, per esempio, non saranno gestibili da macchine a controllo numerico o applicativi per la renderizzazione.

Ogni studente è diverso dagli altri, quali sono le tue esigenze? Fissa un appuntamento  per avere maggiori informazioni, e per capire se i nostri corsi sono adatti a te!

 

Leggi il nostro programma didattico o scarica la versione in pdf

 

http://www.mandarinoblu.com/nautilusgeometry-50-ore/


Coupon sconto –

Usa il coupon

blogmandarinoblu0017

per uno sconto esclusivo

 

Prossimi eventi

Gen
8
lun
18:30 Corso Rhinoceros online @ Corso Online
Corso Rhinoceros online @ Corso Online
Gen 8@18:30–21:30
Corso Rhinoceros online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Corso Rhinoceros online Il corso di Rhinoceros online è pensato per tutti gli studenti e i professionisti del settore design. Le lezioni online potranno essere seguite in diretta streaming, con la possibilità di intervento da
18:30 Master Rhinoceros online @ Corso Online
Master Rhinoceros online @ Corso Online
Gen 8@18:30–21:30
Master Rhinoceros online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Rhinoceros il Master online Il Master di Rhinoceros ti permetterà di padroneggiare la modellazione 3D dalle superfici semplici a quelle più complesse. Il percorso prevede lo studio della modellazione di superfici attraverso i plugin più
Gen
29
lun
18:30 Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Gen 29@18:30–21:30
Online - Modellazione con Grasshopper @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Modellazione con Grasshopper 3d – Acquisisci vantaggio sui concorrenti Grasshopper è una rivoluzionaria interfaccia di programmazione. Integrabile all’interno di Rhinoceros 5, permette la creazione di forme estreme che ben si prestano alla realizzazione nel campo Architettonico
Mar
7
mer
18:30 Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online
Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online
Mar 7@18:30–21:30
Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Corso Rhinoceros avanzato online Il corso di Rhinoceros online è pensato per tutti gli studenti e i professionisti del settore design. Le lezioni online potranno essere seguite in diretta streaming, con la possibilità di intervento

Prodotti