Sincastra, Concorso di Idee “Tra le briccole di Venezia”

  • 0

Sincastra, Concorso di Idee “Tra le briccole di Venezia”

[scrollGallery id=9]In occasione del Primo Concorso di Idee “Tra le Briccole di Venezia” Re-made, promosso da Riva Industria Mobili S.p.A., in collaborazione con Fondazione di Venezia e ExpoVenice, il Mandarino BLU, visual communication LAB, ha avuto la possibilità di cimentarsi nella progettazione di un elemento di arredo architettonico “classico”: la seduta per esterno.

La richiesta era quella di progettare una panchina/seduta per esternoimpiegando e valorizzando il concetto del riuso del legno delle BRICCOLE di VENEZIA nonché elementi marginali a completamento del prodotto stesso (ad esempio altre tipologia di legno di forestazione, metallo, vetro, ecc).

Il flusso della progettazione è stato breve ma intenso ed ha preso il suo corso, innanzitutto, da una prima domanda: cosa sono le briccole veneziane?

Come abbiamo appreso dal bando di concorso altro non erano che i pali in legno di rovere immersi nella laguna, che dopo la loro sostituzione, sarebbero stati destinati ad una nuova, terza vita dedicata al design.

Da qui, l’individuazione delle chiavi di volta del progetto è stata in realtà molto semplice:

  1. lavorare solo con e attraverso materiali naturali
  2. impiegare le possibilità date dall’ingegno, dalla tradizione e dalle mani della carpenteria veneziana
  3. generare forme e linee contemporanee ma ancorate al passato e alla tradizione storico e culturale veneziana

L’applicazione di questi concetti ad una forma reale, ha dato vita, come è normale in un processo progettuale, a numerose bozze, varianti o varianti di varianti, ma alla fine è nata Sincastra.

Il legno da un lato e la pietra dall’altro, uniti con un semplice incastro. La gravità fa tutto il resto. Rendendo solidali tra loro i due elementi. Questa è Sincastra.

Lo schienale d’appoggio della seduta è un’intera briccola, lavorata e modellata per trasformarsi nel maschio di un incastro. La seduta vera e propria, per mantenere il senso di “naturalità artificiale”, della briccola, è un unico blocco di pietra di cava, lavorato e scolpito per trasformarsi nella femmina dell’incastro.

Le dimensioni previste della briccola sono di un diametro variabile tra i 35 e i 40 cm, per un altezza di circa 120 cm. La seduta in pietra andrà dimensionata in base ai valori caratteristici della pietra prescelta, con indicativamente delle dimensioni di massima del blocco da lavorare di circa 60x45x10 cm.

Il progetto ha visto la partecipazione di Cristiano Rossi per l’idea di progetto, Antonino Marsala per il modello tridimensionale, Michele Sacco per la fase di renderizzazione e Panaitois Kruklidis per la fase di post-produzione sulle immagini, Elena Galmés per la grafica.

I partecipanti fanno tutti parte del Mandarino BLU, visual communication LAB.


  • 0

Stellarta, la Stella di carta riciclata

Il Mandarino BLU, visual communication LAB, ha preso parte al concorso proposto da COMIECO, la cui richiesta era quella di progettare un contenitore in carta funzionale, utile ed eco-sostenibile, che possa diventare anche la “mascotte” dell’EXPO 2015. E’ questo l’obiettivo di  “ExpoPack”, il concorso lanciato da Comieco con il patrocinio di Expo 2015, in partnership con Assocarta, Assografici, Amsa, Slow Food e Symbola e con la rivista Interni.

Stellarta, la Stella di carta riciclata

 Stellarta la Stella di carta Riciclata

Stellarta è un progetto di packaging sostenibile e multifunzionale. Partendo dallo slogan “feeding the planet, energy for live“, abbiamo scelto gli alberi come protagonisti del nostro progetto. Perchè proprio gli alberi? Perchè sono una parte fondamentale per la sostenibilità del nostro pianeta. Producono ossigeno, eliminano CO2, producono frutta e, grazie alle loro fibre di cellulosa, ci permettono di ottenere la carta, uno dei materiali più usati quotidianamente. Formalmente abbiamo optato per una forma polivalente, in grado di coprire diverse funzioni. La duttilità servirà quindi a prolungarne la vita utile, allontanando il processo ultimo di riciclaggio.Stellarta non è un semplice ricordo dell’EXPO, ma un oggetto utile e sostenibile.

Porta-bicchiere

 Esempio di utilizzo: Porta bicchiere

Seguendo le istruzioni di montaggio, il packaging si trasforma in stella, con la possibilità di trasportare due bicchieri da 250 cl. pieni durante la visita della EXPO. Graficamente abbiamo ideato un albero che cresce fino le stelle, metafora della forma del progetto e dell’importanza di curare gli alberi per un futuro migliore. La stessa forma di stella è utile anche a casa. Può essere usata come organizzatore di scrivania(portapenne, matite, ecc), come vassoio per piccole piante (cactus, lenticchie, ecc), o per qualsiasi utilizzo che venga in mente al possessore!

Libro

Esempio di utilizzo: Libro

Quando il packaging si presenta chiuso ha il formato di un libro. Il design è ergonomico, e quando piegato, occupa poco spazio. Sfogliando le sue pagine si trovano informazioni utili sulla carta, sul processo di riciclaggio e la vita degli alberi.

Appendi-tutto

Esempio di utilizzo: appendi tutto

Quando il packaging si presenta completamente aperto, è possibile appenderlo alla parete da uno dei fori superiori. In questo modo, i cerchi traforati dell’interno possono essere utili per appendere collane, cravatte, cinture, ecc. Inoltre, abbiamo inserito un piccolo metro di lato per poterlo utilizzare per misurare la crescita dei ragazzi.

Il progetto ha visto la partecipazione di Elena Galmes e Laelle Busch per l’idea di progetto e grafica, Antonino Marsala per il modello tridimensionale e Michele Sacco per la fase di renderizzazione.

I partecipanti fanno tutti parte del Mandarino BLU, visual communication LAB.

Se volete avere maggiori informazioni sui nostri progetti, visitate la  galleria di grafica e scriveteci a info@mandarinoblu.com

Il testo, le immagini e la stella di carta riciclata “Stellarta”, sono di proprietà del Mandarino BLU, visual communication LAB (C)


  • 0

Road Signs

I segnali stradali. Onnipresenti, invadenti. Già da qualche tempo sono diventati veicolo di piccoli messaggi pubblicitari, adesivi, piccole scritte tali da non coprire il cartello stesso, per non correre il rischio di vederle rimosse.

Clet Abraham.

Perchè? Semplice.

Che tu sia un turista che si deve orientare in giro per una città che non conosce o che tu sia un abitante che percorre la stessa strada tutti i giorni per andare al lavoro e tornare a casa, sei comunque costretto a guardarli, perchè a volte cambiano.

Un ottimo strumento per farsi pubblicità, quindi, ma, perchè no, anche la base per una piccola provocazione artistica.

E’ questo sicuramente uno dei punti di partenza, di certo non l’unico, che ha dato vita a quello che dall’estate del 2010 è il fenomeno del momento, a Firenze e non solo.

Opera di un artista Francese poco più che quarantenne, da venti in Italia, da cinque in città, che risponde al nome di Clet Abraham.

Clet Abraham.

Partendo dal quartiere di San Niccolò, dove ha lo studio, i segnali della città hanno preso vita, popolati da omini neri che niente hanno di inquietante, anzi.

Il primo è stato il Cristo, che ha preso il suo posto sui cartelli di strada senza uscita, diventati croci per l’occasione, senza per questo essere in alcun modo blasfemi o offensivi. Così come altri, sempre a tema religioso, come le due varianti di Pietà e le decine di angioletti e diavoletti che hanno invaso i segnali di direzione.

Oltre a questi, altri omini (e non solo), sempre ironici, curiosi, mai volgari e soprattutto non invadenti o tali da pregiudicare la leggibilità del segnale stesso. Arricchendolo, in qualche modo, migliorandolo, in una forma di street-art reversibile, più pulita di altre, ma non per questo meno provocatoria ed efficace.

Clet Abraham.

Comunque al di là delle regole, per non dire illegale, ma che non danneggia quasi niente e nessuno, dal momento che si tratta di semplici adesivi rimovibili in qualsiasi momento.

Un modo intelligente per far convivere la street-art con la realtà artistica di Firenze e magari per far capire che c’è e ci può essere anche molto altro rispetto ai soliti monumenti e opere d’arte.

Altre iniziative in questo senso sono già state intraprese all’inizio del 2011 e sicuramente ce ne saranno ancora in futuro… Vi terremo aggiornati!

Pagina ufficiale su facebook

Raccolta di immagini a cura di Michele Sacco



Prossimi eventi

Ott
23
lun
19:00 Product 3D modeling con Rhinoceros @ Inrender Academy
Product 3D modeling con Rhinoceros @ Inrender Academy
Ott 23@19:00
Product 3D modeling con Rhinoceros @ Inrender Academy | Firenze | Toscana | Italia
In collaborazione con Inrender Academy, 30 ore  dedicate alla modellazione 3D con Rhinoceros.   MODELLARE E RAPPRESENTARE IL DESIGN SENZA LIMITI Con Rhinoceros 5.0, non ci sono limiti per quanto riguarda la complessità, il grado
Nov
6
lun
22:00 Online – Modellazione 3D con Rhi...
Online – Modellazione 3D con Rhi...
Nov 6@22:00–Nov 7@01:00
Online - Modellazione 3D con Rhinoceros @ Calenzano | Toscana | Italy
La modellazione per la stampa 3D Il corso mostra le potenzialità della modellazione per la stampa 3D. L’ascesa delle stampanti 3D ‘desktop’ stanno portando una nuova rivoluzione industriale, direttamente all’interno delle nostre case. Questa volta saremo
Nov
10
ven
19:00 Pisa – Corso Rhinoceros 3D @ Pisa
Pisa – Corso Rhinoceros 3D @ Pisa
Nov 10@19:00
Pisa - Corso Rhinoceros 3D @ Pisa | Pisa | Toscana | Italia
  La modellazione per la stampa 3D Il corso mostra le potenzialità della modellazione per la stampa 3D. L’ascesa delle stampanti 3D ‘desktop’ stanno portando una nuova rivoluzione industriale, direttamente all’interno delle nostre case. Questa volta
Nov
20
lun
19:00 Webinar: Corso Rhinogold
Webinar: Corso Rhinogold
Nov 20@19:00–21:00
Modellazione con Rhinogold per la gioielleria e accessori moda Il corso è finalizzato alla comprensione degli strumenti parametrici per la creazione di gioielli in 3D. Alla fine del corso gli allievi saranno in grado di
Nov
21
mar
18:30 Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Nov 21@18:30–21:30
Online - Modellazione con Grasshopper @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Modellazione con Grasshopper 3d – Acquisisci vantaggio sui concorrenti Grasshopper è una rivoluzionaria interfaccia di programmazione. Integrabile all’interno di Rhinoceros 5, permette la creazione di forme estreme che ben si prestano alla realizzazione nel campo Architettonico

Prodotti