Tutorial per creare fondali nello spazio profondo

  • 0

Tutorial per creare fondali nello spazio profondo

  Ho deciso di sperimentare nuove tecniche di Photoshop per realizzare un tipico fondale nello spazio profondo. Si tratta di ripetere semplici passaggi per creare i pianeti e lavorare su più livelli sovrapposti di Photoshop. Ma andiamo per gradi nel seguente tutorial:
  Per realizzare dei pianeti occorre creare dei cerchi perfetti,con lo StrumentoSelezione ellittica, tenendo premuto Shift per mantenere le proporzioni. E’ importante agire sempre su livelli separati dallo sfondo e trasparenti. Dopo aver creato la selezione della dimensione desiderata la riempiamo con il Secchiello (G), scegliendo il colore di base che più ci aggrada. Appena fatto, duplichiamo questo livello di “base” altre 2 volte e riempiamo il cerchio con il colore nero. Un livello sarà usato per l'”atmosfera” l’altro per le “ombre”.
  Sul livello “atmosfera” applichiamo gli effetti Opzioni di FusioneBagliore interno eBagliore esterno. Il metodo di fusione va impostato su Scolora, mentre la dimensione del bagliore è a piacimento. Il livello stesso “atmosfera” va impostato su Scolora. Ricordiamoci di moltiplicare tutte le operazioni per ogni pianeta creato. Poi andiamo sul livello “ombre” e usiamo Filtro/Blur/Controllo sfocatura per la parte in ombra.
  Ora selezioniamo le texture da applicare ai pianeti. Qui ci si può sbizzarrire, basterà cercare su Google Immagini le immagini adatte, l’importante è che siano piuttosto grandi. Personalmente, ho usato più texture sovrapposte, alcune di queste, come il metallo arrugginito e sporco del pianeta sulla destra, sono adatte per dare la giusta rugosità alle superfici. Creiamo un nuovo livello per ogni texture di pianeta, verificando che questa sia collocata al di sopra del livello “base”, quello con le tinte piatte. Impostiamo i livelli delle texture come Luce intensa, oppure se usate più texture sullo stesso pianeta, sbizzarrevi usando le differenti tecniche di fusione. L’importante sarà selezionare le immagini importate una per una e donargli una andamento più sferico usando Filtro/Distort/Effetto sfera.
  Ora basterà aggiungere piccoli accorgimenti di ritocco come: duplicare i livelli delle texture o dell’atmosfera; applicare sopra a tutto un Photo Filter tendente al blu; correggere le tonalità usando Bilanciamento colore (Ctrl+B), oppure la più precisaCorrezione colore selettiva; inoltre aggiungere Luminosità/contrasto eTonalità/saturazione.
  All’immagine occorrerà solo un bello sfondo stellato applicato in background e piccoli particolari per essere completa. Ulteriori dettagli su immagini e tutorial si possono trovare nella mia pagina di DeviantArt. Altre informazioni per un tutorial su come creare una illustrazione con tavoletta e un biglietto da visita personalizzato, a breve, sempre su questo blog.
Pan

  • 0

Illustrazione

Tags :

Category : home

Portfolio Illustrazione:

Nonostante l’avanzare delle tecnologie il gruppo Mandarino Blu non disdegna i metodi di rappresentazione grafica più suggestivi, come l’acquerello, i colori ad acrilico, le chine e le matite. Oltre a fornire dei corsi di formazione, il gruppo si presta anche a realizzare progetti su richiesta della committenza. Inoltre, bisogna aggiugere che il supporto infomatico non ha attenuato l’utilizzo del mezzo di rappresentazione manuale, ma lo ha potenziato attraverso il disegno con tavoletta e programmi esclusivamente di grafica. Tutto ciò, unito alle competenze multidisciplinari, che esulano dalle sole abilità artistiche e creative, offre un ampio spettro di scelte e di possibilità nel campo dell’illustrazione (alcuni esempi: rappresentazioni, ricostruzioni, rilievi, ritrattistiche, restauri).


  • 0

Creare un’illustrazione con la tavoletta grafica

Riblogghiamo oggi un articolo  del Mandarino Panaiotis Kruklidis, raggiungibile da questo link

Di seguito spiegherò alcuni passi fondamentali per creare una illustrazione su Photoshop con tavoletta grafica. Si tratta di un tema fantasy, a me molto caro, utilizzato per un concorso di disegno che si è guadagnato il quarto posto.

Bozza preliminare

Dopo lo schizzo su carta il disegno apparirà già molto chiaro, si tratterà di ridisegnare le linee con particolare attenzione nel tratto, controllando le proporzioni e aggiungendo il tratteggio per le ombre. A seguito della scansione con le matite complete ci saranno comunque dei ripensamenti, delle variazioni. Queste possono essere modificate suPhotoshop. Per esempio, con il colore bianco si possono correggere le sbavature con la tavoletta, oppure attraverso lo strumento lazo (L) si possono selezionare delle porzioni e con trasformazione libera (Ctrl+T) modificare una forma, spostandola e trasformandola.

Disegno finito a matita

Conoscendo le dimensioni originali dell’immagine (Alt+Ctrl+I) andiamo a creare separatamente uno sfondo. Possiamo ugualmente creare un nuovo livello, spegnendo quello delle matite, e lavorare in maniera  indipendente sullo sfondo da realizzare. Per colorare il fondale uso il pennello (B) variando spesso la dimensione del tratto e la sua durezza. Le stelle e i riflessi lunari sono ottenuti con pennelli molto morbidi con un po’ di opacità, mentre per l’effetto delle nuvole il tratto è molto più denso, corposo. Ogni tratto può essere ulteriormente ammorbidito con lo strumento sfumino (R), modificabile anch’esso nella dimensione e nella morbidezza. Ombre e luci possono essere aggiunte rispettivamente con gli strumenti bruciascherma (O).

Fondale

Si applica lo sfondo sotto al livello delle matite, attraverso la modalità del livellomoltiplica. Si va a cancellare manualmente con lo strumento gomma (E) oppure attraverso una selezione con la bacchetta magica (W) il colore dietro ai personaggi. In seguito, si applicano i colori di base per le figure utilizzando un altro livello. Più livelli si utilizzano e più è facile correggere successivamente gli errori, basta non esagerare altrimenti si rischia di fare confusione con troppi layer. Se si tratta di colori particolari, possono essere clonati da una immagine con lo strumento contagocce (I), o in caso si stia lavorando con il pennello basterà tenere premuto Alt e selezionare il colore preferito. Sopra il colore di base si aggiungono man mano altre tonalità, che andranno ad arricchire i dettagli. Per il disegno finale occorrerà aggiungere altre tinte intermedie, le ombre e le luci, per poi sfumarle sul colore di base. Il colore della luna può essere usato per piccoli colpi di luce sulla sagoma delle figure.

Prima mano di colore

Completare i particolari è il lavoro più lungo. Si applicano nuove ombre e luci per dare enfasi alle forme, ricordando sempre la fonte principale di luce. In questo caso, poiché la luce veniva alle spalle dei personaggi, ho preferito dare colori accesi anche frontalmente, altrimenti in un “notturno” non sarebbe emersi i differenti colori. Può tornare sempre utile l’uso degli strumenti scherma brucia.

Immagine finale

Prima di usare una tavoletta grafica per colorare o disegnare, occorre molta pazienza, allenare la mano ad esprimere un tipo di tratto differente rispetto a quello su carta, abituare la mano ad essere indipendente dall’occhio. L’importante è non scoraggiarsi, fare molte prove, schizzi senza pretese, anche soltanto linee e tratti in tutte le direzioni. Copiare dal vero, per esempio  tratti e colore di una foto collocata su un altro livello, aiuta a prendere confidenza con lo strumento della tavoletta grafica.


Coupon sconto –

Usa il coupon

blogmandarinoblu0017

per uno sconto esclusivo

 

Prossimi eventi

Gen
8
lun
18:30 Corso Rhinoceros online @ Corso Online
Corso Rhinoceros online @ Corso Online
Gen 8@18:30–21:30
Corso Rhinoceros online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Corso Rhinoceros online Il corso di Rhinoceros online è pensato per tutti gli studenti e i professionisti del settore design. Le lezioni online potranno essere seguite in diretta streaming, con la possibilità di intervento da
18:30 Master Rhinoceros online @ Corso Online
Master Rhinoceros online @ Corso Online
Gen 8@18:30–21:30
Master Rhinoceros online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Rhinoceros il Master online Il Master di Rhinoceros ti permetterà di padroneggiare la modellazione 3D dalle superfici semplici a quelle più complesse. Il percorso prevede lo studio della modellazione di superfici attraverso i plugin più
Gen
29
lun
18:30 Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Online – Modellazione con Grassh... @ Corso Online
Gen 29@18:30–21:30
Online - Modellazione con Grasshopper @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Modellazione con Grasshopper 3d – Acquisisci vantaggio sui concorrenti Grasshopper è una rivoluzionaria interfaccia di programmazione. Integrabile all’interno di Rhinoceros 5, permette la creazione di forme estreme che ben si prestano alla realizzazione nel campo Architettonico
Mar
7
mer
18:30 Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online
Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online
Mar 7@18:30–21:30
Corso Rhinoceros avanzato online @ Corso Online | Firenze | Toscana | Italia
Corso Rhinoceros avanzato online Il corso di Rhinoceros online è pensato per tutti gli studenti e i professionisti del settore design. Le lezioni online potranno essere seguite in diretta streaming, con la possibilità di intervento

Prodotti